Acqua Marina Articoli Pesci Marini

Scheda Tecnica: Thalassoma pavo “Donzella Pavonina”

SCHEDA TECNICA

Nome scientifico:  Thalassoma pavo
Nome comune: Donzella Pavonina
Classificazione tassonomica:
Phylum: Chordata
Classe: Actinopterygii
Ordine: Perciformes
Sottordine: Labroide
Famiglia: Labridae
Genere: Thalassoma
Specie: T. pavo
Donzella pavonina
Foto di Gabriele Calcagna
Descrizione: Questo pesce vive in acqua salata ed è molto apprezzato in quanto è uno dei più colorati del mar Mediterraneo. 
Corpo affusolato, testa massiccia, bocca piccola. Unica pinna dorsale con raggi della stessa altezza.  La femmina raggiunge i 18 cm mentre il maschio i 25 centimetri.
Ne esistono più varietà, come il Thalassoma pavo unimaculata che vive in acque più fredde e presenta una macchia scura dorsale, mentre sul ventre si tinge di rosso. La testa ha zone violacee. 
Il Thalassoma pavo torquata, più grande del precedente, preferisce zone più calde, ha dei bellissimi colori accesi e contrastanti sul capo, tra il ciano e blu al rosso. Si riconosce da una banda verticale di colore rosso e azzurro che divide il capo dal corpo.
Il Thalassoma pavo lineolata ha il corpo privo di macchie violastre e della tipica macchia nera, mostrando soltanto una colorazione verdastra delle squame e qualche lieve banda verticale rossa.
Colorazione:  E’ provvisto di una bellissima e straordinaria livrea di un colore verde-giallo dorato, tendente all’arancio, con caratteristiche macchie sulla testa di colore azzurro, 5 bande verticali dello stesso colore, una macchia circolare nera tra la seconda e la terza banda. La colorazione può variare molto a seconda della varietà. Da giovani il corpo è completamente verde, con la macchia nera sul dorso.
Comportamento: Comportamento vivace, attivo nuotatore. Il T. pavo unimaculata predilige la vita in branco mentre le altre due varietà vivono da soli.
E’ un pesce curioso, si attrae facilmente smuovendo il fango dal fondo. A volte molto territoriale con esemplari della stessa specie.
Foto di Gabriele Calcagna
Dimorfismo Sessuale: 
Ermafrodito proterogino, nasce femmina e dopo qualche anno diventa maschio, mutando la colorazione fino a perdere del tutto le bande blu e la macchia nera da adulto.
Habitat: Predilige i fondali illuminati tra con circa 20 metri di profondità ma può arrivare fino a 100 metri, e lo si trova spesso tra le praterie di Posidonia oceanica.
Temperatura:  Ideale tra 18 e 22°C  e oltre.   pH: 8    
Durezza dell’acqua: 8-11° dH.
Consigli per l’allevamento: Si presta bene all’allevamento in acquario, poiché non comporta particolari problemi, ma cresce velocemente e da adulti (oltre i 7cm) diventano più territoriali che in natura, quindi l’ideale è allevarne non troppi e in vasche di una certa grandezza.
Si consiglia una buona illuminazione, nascondigli ed alghe. Lo si può allevare in acquario a temperature anche superiori ai 22°C . 
Alimentazione: Esclusivamente carnivora. Pezzetti di cozze o gamberi.
Diffusione: È diffusa nel Mar Mediterraneo ma anche nell’Oceano Atlantico orientale dal Portogallo fino alle coste delle Canarie e delle Azzorre.  Negli ultimi anni il suo areale si è ampliato notevolmente verso nord, probabilmente a causa del riscaldamento globale del mar Mediterraneo.
Livello di Nuoto: Pesce vivace, nuota molto volentieri.
Difficoltà: Medio-Facile.
Riproduzione: Avviene tra giugno e luglio, quando il maschio diviene attivissimo e tiene lontano ogni intruso. E’ oviparo e le uova sono pelagiche.
Rischio Estinzione: Non a rischio.
Simone Grimaldi
Simone Grimaldi
Appassionato di informatica ed elettronica sin dall'infanzia, sempre in deficit di conoscenza, ho trovato in questo affascinante universo dell'acquariofilia l'argomento che riesce a stimolarmi ma mai a saziarmi abbastanza da diventare noioso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *