Acqua Salmastra Articoli Pesci d’Acqua Salmastra

Scheda Tecnica: Tetraodon Fluviatilis “Pesce Palla Salmastro”

SCHEDA TECNICA

Nome scientifico: Tetraodon Fluviatilis
Nome comune: Pesce Palla Salmastro
Classificazione tassonomica:
Phylum: Chordata
Classe: Actinopterygii
Sottoclasse: Neopterygii
Ordine: Tetraodontiformes
Sottordine: Tetraodontoidei
Famiglia: Tetraodontidi
Genere: Tetraodon
Specie: Fluviatilis
Descrizione: Il Pesce palla Tetraodon Fluviatilis presenta un corpo claviforme con una testa molto grossa, gli occhi sono distanziati e indipendenti e fanno parte delle specie di pochi pesci che riesce a chiudere gli occhi, pinne ventrali assenti, peduncolo caudale usato come timone per il nuoto, presenza di piccole spine rivolte all’indietro sulla testa e sul corpo. Presentano una bocca formata dalla fusione di 2 denti per ganascia (Questi sono usati per schiacciare e sgusciare gli invertebrati , il cibo preferito della maggior parte dei pesci palla). Molte parti del corpo dei pesci palla contengono una neurotossina mortale la Tetradotossina, questo è lo stesso veleno trovato nel famigerato polpo marino ad anelli blu Hapalochlaena lunulata. Possono arrivare in età adulta fino a 28cm. 
Tetradotossina

Colorazione: Pancia bianca e dorso giallo/verde con macchie tondeggianti marroni o nere.

Comportamento: In età giovanile è molto pacifico mentre diventa più aggressivo in età adulta. Assorbendo acqua o aria acquistano la tipica forma a palla caratteristica di questa tipologia di pesci.
Dimorfismo Sessuale: Non Conosciuto.
Habitat: Acqua fluviale limpida e pulita, ossigenate e ricca di vegetazione, vivono in acqua dolce o leggermente salmastra.
Temperatura: 22-28 °C. pH: 7,8-9,0. Durezza dell’acqua: Acqua Dura 10-30°H
Consigli per l’allevamento: Si consiglia una vasca ben piantumata,con nascondigli, rocce e legni. Non consigliato l’inserimento in acquari di comunità o in vasche con altri Tetraodontidi , vista anche la richiesta di spazio per vivere, sconsigliato l’inserimento con specie che hanno movimento lento o pinne caudali lunghe ( le morde continuamente).
Alimentazione: Onnivoro ma si alimenta sopratutto di cibo vivo come lumache o molluschi con guscio,  accetta anche cibo congelato.
Diffusione: Asia sud orientale.  India, Bangladesh, Sri Lanka, Myanmar, Thailandia, Laos, Cambogia, Vietnam, Indonesia.
Livello di Nuoto: Parte medio-bassa
Difficoltà: Media
Riproduzione: Può essere riprodotto in cattività, i genitori effettuano le cure parentali come i Ciclidi. La femmina depone le uova su una superficie piana, e vengono protette dal maschio fino alla loro schiusa. Gli avannotti sopravvivono per le prime settimane grazie al sacco vitellino che gli fornisce nutrimento, ma dopo questo periodo bisogna alimentare direttamente i piccoli con Rotiferi e successivamente naupli di artemia salina appena schiusa.
Rischio Estinzione: Non a rischio estinzione.
Felice Panico
Acquariofilo dall'età di 10 anni con esperienza in acquariologia dolce,marina e salmastra, appassionato di immersioni subacquee e di microscopia.
http://www.vitadibarriera.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *