Acqua Marina Articoli Pesci Marini

Scheda Tecnica: Synchiropus Marmoratus “Pesce mandarino”

Photo By Felice Panico

SCHEDA TECNICA

Nome scientifico: Synchiropus Marmoratus
Nome comune: Pesce Mandarino Marmorato
Classificazione tassonomica
Phylum: Chordata
Classe: Actinopterygii
Sottoclasse: Neopterygii 
Ordine: Perciformes
Sottordine: Callionymoidei
Famiglia: Callionymidae
Genere: Synchiropus
Specie: Marmoratus
Descrizione: Il S. Marmoratus presenta un corpo cilindrico, un capo molto grande ed un muso tubolare con una piccola bocca all’estremità; pinne molto sviluppate; utilizza le pinne ventrali per spostarsi utilizzandole come piccole zampe; le pinne pettorali vengono utilizzate per il nuoto che presenta un caratteristico movimento ondulatorio della famiglia dei Callionymidae. Lunghezza massima: 7 cm.
Colorazione: S. Marmoratus presenta una colorazione meno accesa rispetto al S. Splendidus ma comunque bellissima. Il corpo è bianco ed ha un colore screziato sul rosso con varie sfumature che si estendono dal capo alla pinna caudale. Sulle pinne pettorali invece è presente una macchia con colorazione grigio-nera. La pinna dorsale è ricca di colori vivaci mescolati in arabeschi che vanno dal rosso passando per varie sfumature di arancione e arrivando al nero. In alcuni casi è visibile uno scurimento temporaneo del capo a causa di variazioni dell’umore.
Photo By Felice Panico

Comportamento: Pesce molto pacifico,socievole e timido, gli piace molto andare in giro per la vasca sopratutto negli anfratti delle rocce e sul substrato sabbioso alla ricerca di cibo. Allo spegnimento delle luci lo si trova dormire sotto la sabbia, se presente, mostrando solamente il capo.

Photo By Felice Panico

Dimorfismo Sessuale: Il Maschio presenta il primo raggio della pinna dorsale più lungo ed un ventaglio più grande e colorato rispetto alla femmina.

Habitat:  Il S. Marmoratus è diffuso nelle lagune costiere e nelle barriere coralline.
Temperatura:  24/28°C   pH: 8.0/8.5     Durezza dell’acqua: 7/10 °dH
Consigli per l’allevamento: L’acclimatamento è consigliato farlo goccia a goccia per evitare sbalzi di salinità e temperatura e per dare il tempo necessario al pesce per abituarsi ai nuovi valori chimici. Si consiglia l’inserimento in vasche avviate da almeno 6 mesi – 1 anno per garantire micro fauna da predare. Alcune volte viene inserito per combattere la piaga delle Planarie Rosse essendo uno dei tanti competitori naturali. Si consiglia la convivenza con pesci non aggressivi e lenti nel mangiare. Non danneggia alcun tipo di invertebrato marino. Soffre valori eccessivi di nitrati e fosfati > 15- 20 mg/l.
Alimentazione: Si nutrono preferibilmente di piccoli animali bentonici che trovano nel substrato sabbioso o nelle nicchie delle rocce. Fortunatamente si nutre anche di cibo vivo , liofilizzato o congelato, l’importante è che sia di qualità e delle dimensioni adeguate per essere ingerite dal S. Marmoratus (come Artemia Salina , Mysis, Polpa di Molluschi, Cyclops, Uova di Aragosta, Plancton Congelato, Copepodi. In modo più raro ma possibile si abitua a nutrirsi di cibo granulato secco. Si consiglia di nutrirlo con abbondanti dosi di cibo almeno due volte al giorno.
Photo By Felice Panico

Diffusione: Occidentale dell’Oceano Indiano: sud a Delagoa Bay, Mozambico e dalle coste dell’Africa sino a Sumatra.

Livello di Nuoto: Pesce di fondo con nuoto lento.
Difficoltà: Media
Riproduzione: La riproduzione in cattività è possibile ma quasi impossibile da portare a termine perché dopo un lungo corteggiamento la femmina rilascia migliaia di uova planctoniche in acqua libera.
Rischio Estinzione: Non inserito nella lista rossa IUCN degli animali a rischio estinzione.

 

 

 

 

Felice Panico
Acquariofilo dall'età di 10 anni con esperienza in acquariologia dolce,marina e salmastra, appassionato di immersioni subacquee e di microscopia.
http://www.vitadibarriera.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *